Costo smaltimento eternit

Se hai bisogno di smaltire alcuni elementi in eternit utilizzati nelll’edilizia o impiegati in altri settori, vista la particolarità del materiale occorre rivolgersi ad un’azienda specializzata nel settore che offra consulenza e un servizio smaltimento eternit serio e qualificato.

Durante lo smaltimento si procederà al prelievo e trasporto dell’eternit in apposite discariche. Se invece hai la necessità di bonificare i manufatti in eternit allora dovrai richiedere un trattamento specifico per la bonifica e la messa in sicurezza del materiale che verrà lasciato al suo posto.

Stai cercando uno smaltimento rifiuti firenze sicuro e professionale?

Qual è il costo di smaltimento dell’eternit?

La nostra azienda si occuperà di effettuare una serie di operazioni per la rimozione dell’eternit in sicurezza, per il trasporto e smaltimento, rilasciando tutte le certificazioni e la documentazione amministrativa, permessi e autorizzazioni richieste dalla normativa vigente. In alcuni casi oltre ai costi dello smaltimento vanno aggiunti quelli della sicurezza; se infatti si deve lavorare in altezza, poiché l’eternit è spesso presente sui tetti o nelle canne fumarie, ai costi standard occorre aggiungere il costo della messa in sicurezza del personale che eseguirà il lavoro.

Costo smaltimento eternit

Per il costo smaltimento eternit generalmente si calcola una spesa per metro quadro di materiale smaltito. Il costo dipende molto dalla grandezza della superficie da smaltire, quindi fino a 100 mq il costo sarà di circa 20 €; per superfici oltre i 100 mq, il costo diminuisce fino ad un massimo di 15 € a mq; infine, per superfici molto estese di circa 1.000 mq e oltre, i costi si abbattono ulteriormente e scendono fino a circa 8 € al metro quadrato.

Vedi anche  Elenco completo dei Codici CER

Oltre al costo del servizio di smaltimento eternit e della messa in sicurezza del personale, vanno aggiunti i costi amministrativi per la presentazione della pratica Asl. Il costo varia a seconda delle situazioni, per una stima generica puoi calcolare circa 300 € 300 mq di materiale smaltito.

Bonus eternit-amianto cos’è e a chi spetta?

Nell’ottobre del 2016, il Ministero dell’ambiente per agevolare e incentivare le procedure di rimozione e smaltimento eternit, ha introdotto un bonus eternit-amianto tramite un decreto ministeriale.

Il bonus smaltimento eternit permette di avere un credito d’imposta del 50% sui lavori di smaltimento e bonifica eternit per edifici, coperture e altre strutture. Possono accedere al bonus tutti i titolari di reddito d’impresa. Il credito d’imposta del 50 % spetta quindi a tutti i tipi di impresa che lo richiederanno, indipendentemente dalla forma giuridica dell’impresa e dal regime di contabilità.

Quali sono le spese che rientrano nel credito d’imposta?

Innanzitutto il limite minimo di spesa per usufruire del bonus è di € 20.000  e il tetto massimo di spesa è stabilito a € 400.000 totali.

Possono rientrare nel bonus d’imposta tutte le spese effettuate per la rimozione e lo smaltimento di eternit e amianto, di lastre di amianto, di coperture in eternit, di canalizzazioni, tubi e contenitori per il trasporto di fluidi per uso industriale e civile, di sistemi di coibentazione industriale, di coperture, beni e strutture produttive.

Anche le spese di consulenza rientrano nel bonus. Se ad esempio ci si rivolge ad un’azienda specializzata o ad un consulente per esaminare la situazione e farsi fare un piano di smaltimento e bonifica, questo costo può essere inserito nelle spese del bonus amianto-eternit.

Vedi anche  Cos'è il Codice CER

Quali sono le spese che non rientrano nel credito d’imposta?

Tutti i costi sostenuti una volta effettuato lo smaltimento, ossia tutti i successivi lavori che spesso si devono affrontare per la ristrutturazione edilizia delle strutture.

Tutti i lavori di ristrutturazione però possono beneficiare di altre riduzioni fiscali ad hoc, ad esempio se si decide di installare pannelli fotovoltaici per la copertura dei tetti, una volta rimosso l’eternit, di può beneficiare di una detrazione fiscale del 50%.

La domanda per ottenere il credito d’imposta

La domanda per il bonus eternit- amianto va presentata al Ministero dell’Ambiente che effettuerà una verifica e accetterà se tutto risulta in regola la domanda. Come potrai ben pensare la situazione è in continua evoluzione, la nostra azienda saprà consigliarti al meglio su come usufruire degli incentivi e delle detrazioni fiscali eternit secondo quanto stabilito dalla normativa vigente al momento di effettuare i lavori.